news

News

Crisi da sovraindebitamento – Circolare Agenzia Entrate, n. 19/E del 6.5.2015

Pubblicato il 09/06/2015

crisi da sovraindebitamentoDella procedura per la composizione della crisi da sovraindebitamento ne abbiamo già parlato in un precedente articolo, evidenziando gli aspetti essenziali del nuovo istituto oltre che i presupposti oggettivi e soggettivi necessari per potervi accedere.

Sul tema segnaliamo anche la recente Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 19/E del 6 maggio 2015, che interviene, oltre che sul tema della transazione fiscale, anche proprio su quello della composizione della crisi da sovraindebitamento, fornendo alcuni importanti chiarimenti.

 

I chiarimenti della Circolare dell’Agenzia delle Entrate.

Tra le altre questioni affrontate dalla Circolare in esame si segnalano quelle relative alle differenze esistenti tra accordo di composizione della crisi e piano del consumatore, ai profili riguardanti l’omologazione dell’accordo e del piano e della reclamabilità del decreto di omologa, nonché alla fase dell’esecuzione dell’accordo e del piano.

La circolare dedica, poi, specifico spazio alla procedura della liquidazione del patrimonio (che può anche derivare dall’annullamento o dalla risoluzione dell’accordo ovvero dalla cessazione degli effetti dell’omologazione del piano) nonché all’istituto dell’esdebitazione, ossia quella particolare procedura finalizzata ad ottenere una dichiarazione giudiziale di inesigibilità dei crediti non soddisfatti integralmente attraverso la liquidazione del patrimonio.

Commenti a «Crisi da sovraindebitamento - Circolare Agenzia Entrate, n. 19/E del 6.5.2015»